News

La nascita dell’Electronic Paper Display

I principi fondamentali della tecnologia e-paper sono stati sviluppati nel 1970 al Palo Alto Research Center dal gruppo di ricerca della Xerox, guidato da Nick Sheridan. Lavorando per una “document company” , Sheridan e i suoi colleghi hanno riconosciuto la necessità di un display di peso ridotto a elevato contrasto, con consumi ridottissimi. La loro soluzione fu una tecnologia chiamata Gyricon, che consisteva in minuscole capsule di polietilene dipolare sospese in olio, incorporate in fogli di silicone trasparente.
Ogni capsula aveva una carica negativa sul lato nero e una carica positiva sul lato bianco. Al passaggio di corrente elettrica, le capsule ruotavano facendo così apparire il pixel nero o bianco, restituendo quindi una data immagine e rimanendo ferme in quello stato fino al successivo impulso che le avrebbe fatte ruotare nuovamente.

La tecnologia Gyricon aveva già un principale vantaggio rispetto alla tecnologia convenzionale dei display retroilluminati: l’immagine veniva creata in seguito alla riflessione della luce ambientale, così come avviene per l’inchiostro sulla carta, senza la necessità di retroilluminazione. Come risultato, il display richiedeva un ridottissimo consumo in termini energetici e produceva immagini ad alto contrasto che riducevano l’affaticamento dell’occhio.

Di fatto, il processo produttivo della tecnologia Gyricon risultò essere molto costoso da realizzare, e non è mai stato industrializzato e commercializzato con successo.

Share |